24.9 C
Napoli
20 Maggio 2022

Chi siamo

Ucraina, un bambino al secondo diventa profugo. Il triste dato frutto del conflitto

“Ci sono 4 milioni di persone e 2 milioni di bambini: significa che, dall’inizio della crisi, un bambino al secondo è diventato profugo. Si tratta di persone esattamente come noi, che quando arrivano sono completamente disperse: non sanno dove andare, cosa fare e hanno solo il desiderio di poter tornare indietro”. Lo ha dichiarato Daniela Fatarella, direttrice generale di Save the Children, in occasione della conferenza stampa di presentazione di “Tocca a noi – Musica per la pace”, il grande evento, previsto per domani in piazza Maggiore a Bologna, per raccogliere fondi a sostegno dell’organizzazione internazionale indipendente, per aiutare i bambini che stanno subendo le conseguenze del conflitto in Ucraina. Si tratta di una lunga maratona che vedrà alternarsi sul palco alcuni tra gli artisti italiani più seguiti, che hanno deciso di unirsi per ricordare l’urgenza di fermare le violenze che da settimane colpiscono le popolazioni e i bambini, sensibilizzando i giovani alle attività di dialogo, cooperazione e costruzione della pace nel mondo. A lanciare il primo appello, su Twitter, accolto poi dal sindaco di Bologna, era stata La rappresentante di Lista. Il 7 aprile l’evento sarà trasmesso in prima serata su Raitre e su Rai Radio2. L’iniziativa, che ha il supporto di Rai per il Sociale, ha l’obiettivo di raccogliere fondi per Save the Children, che lavora in Ucraina dal 2014 e che distribuisce aiuti sia ai bambini e alle loro famiglie, sia a quelli che sono fuggiti nei Paesi limitrofi. L’evento è organizzato grazie al sostegno di Automobili Lamborghini, Bper Banca, Coop Alleanza 3.0, Ducati Motor Holding e Lavoropiù, tutte aziende del territorio emiliano-romagnolo. 

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli