26.7 C
Napoli
2 Luglio 2022

Chi siamo

Rabat, al Salone internazionale del Libro ritirato il romanzo “Memorie di una lesbica”

Doveva essere uno dei titoli di punta della 27/ma edizione del Salone internazionale del Libro, in corso fino al 23 giugno, a Rabat: “Memorie di una lesbica”, di Fatima Zahra Amzkar, il romanzo che racconta la lotta di una giovane omosessuale per affermarsi in una societa’ conservatrice, non e’ mai stato presentato. Anzi, il libro pubblicato dalla casa editrice ‘Dar Agora’, e’ stato ritirato dagli stand. Al Ministero della Cultura hanno giustificato la decisione dicendo che “la presentazione non era stata autorizzata dalla commissione del Salone del libro”. Le copie dunque sarebbero state ritirate perche’ “introdotte clandestinamente, in violazione del regolamento del Salone”. Sulla stampa marocchina, la casa editrice sostiene di “avere il diritto di esporre le opere senza alcun vincolo” e si dice sconcertata per il trambusto sollevato dal titolo. L’autrice, che si definisce discreta e lontana dai riflettori, si rammarica di essere finita al centro di uno scandalo, “con foto pubblicate sui social e insulti e minacce che arrivano via mail”. Prova, secondo Fatima Zahra Amzkar, “che chi insulta non ha letto il mio libro, ma solo il titolo. La mia denuncia tocca la violenza, fisica e morale, le aggressioni sessuali, i matrimoni con minorenni e la pedofilia, tra le tante gravi macchie della societa’. Il mio obiettivo era quello parlare di omosessualita’, e di puntare il dito su certi atteggiamenti verso le persone omosessuali”. A seguito delle minacce ricevute, dopo la polemica e il ritiro delle copie del suo libro, la Amzkar ha deciso di rivolgersi alla giustizia. 

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli