18.9 C
Napoli
17 Aprile 2024

Chi siamo

Liverani condanna la Salernitana alla B

Di Vanni Vignes

Uno degli allenatori più scarsi della storia della Salernitana, Fabio Liverani, condanna definitivamente la squadra granata alla MERITATISSIMA retrocessione in serie B. I problemi per carità, partono da lontano, fin dalla fase di costruzione di una rosa a cui probabilmente si addice meglio la definizione di “crisantemo’. Iervolino innanzitutto ed a ruota De Sanctis e Paulo Sousa sono i padri di questa ignobile stagione, ma chi poi é stato chiamato a sostituirli sinceramente, é riuscito probabilmente a fare anche peggio. Compreso Sabatini colpevole di alcune scelte senza senso, Manolas e Boateng su tutte, oltre a quella grave, gravissima, di affidare a Liverani la conduzione della squadra. Ecco, il tecnico ex Cagliari é riuscito nella complicata impresa di fare apparire questa squadra ancora più scarsa di quanto il campo aveva chiaramente espresso fin da inizio stagione. Scelte incomprensibili, moduli scellerati ma soprattutto la chiara evidenza di non avere dato al gruppo nulla, ma proprio nulla di nuovo, di personale, ne sul piano tecnico, ne su quello tattico, tantomeno su quello motivazionale, anzi. Insistere a schierare Maggiore centrale di centrocampo poi dimostra chiaramente lo stato confusionale di un allenatore che onestamente pare inadeguato quantomeno alla categoria. Sotto 3 a 0 contro un avversario veramente priva di qualità, la squadra decide ad un tratto di autogestirsi, con Candreva che prende le redini in mano, si abbassa sulla linea dei difensori in fase di costruzione (vista l’incapacità di Maggiore di gestire uno che sia uno, il pallone) e muove chiaramente i compagni in campo con gesti e voce. Risultato? 2 gol in 2 minuti e partita riaperta. A quel punto peró il nuovo “messia” della panchina non ci sta e decide di farsi sentire: fuori Weissman (forse perché si impegnava troppo?) è dentro Simy. L’anticalcio insomma. Da quel momento la Salernitana che stava dominando i padroni di casa sparisce dal campo fino a subire in contropiede e grazie all’ennesimo errore di Fazio, il gol del definitivo 4 a 2. Si chiude così una stagione nata male ma poi condotta peggio. Che si faccia piazza pulita, fin da subito. Via tutti, a partire da Sabatini e Liverani fino ad arrivare all’ultimo degli impiegati. Nessuno dei tesserati della Salernitana é degno di rappresentare questa città e la sua gente, NESSUNO. Il presidente, colpevole senza dubbio ma anche l’unico che pagherà in termini disastrosi questi errori, visto che ne risponde economicamente in prima persona, non guardi in faccia a nessuno e scelga con intelligenza di schierarsi dalla parte degli unici che non lo tradirebbero mai: I TIFOSI.

Articoli correlati

Ultimi Articoli