8.5 C
Napoli
24 Aprile 2024

Chi siamo

“Storie al Femminile”, ecco Stefania De Martino. Appuntamento a Salerno

Continua il viaggio nelle relazioni di “Storie al Femminile” con scrittrici di generazioni e scritture diverse che, mese dopo mese, hanno conquistato l’interesse del pubblico che partecipa sempre più numeroso all’appuntamento mensile negli spazi della Fondazione “Matteo e Claudina de Stefano” di Ogliastro Cilento. Un format voluto da Barbara Riccio de Stefano e da Angela Riccio de Braud, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’ente nato per contribuire alla rinascita culturale e sociale del Cilento e favorire, soprattutto, l’emancipazione femminile, dando spazio alla creatività in rosa per raccontarla non soltanto attraverso la presentazione di libri scritti da donne, ma anche il vissuto di donne coraggiose, unendo così voci e scrittura che valorizzino le diverse forme di espressione. E sarà una tematica di forte impatto emotivo al centro del prossimo incontro di venerdì 23 febbraio, dalle 17.30 insieme a Stefania De Martino autrice del romanzo “A mani nude” (Il quaderno edizioni). Giulia è una ragazza come tante, è madre, moglie e ha una vita invidiabile. Ha tutto ciò che si potrebbe desiderare: un marito importante, degli splendidi figli e una bellissima casa. Ma, dietro a questa facciata di felicità, si nasconde una verità atroce, fatta di botte e privazioni da parte dell’uomo che avrebbe dovuto amarla. Non vuole rompere il suo matrimonio e si sacrifica per il bene dei suoi figli, fino a quando non scopre i tradimenti del marito. Quel castello che lei riteneva inespugnabile crolla e la dura realtà irrompe prepotentemente. Decide di denunciare le violenze subite e incontra Olga, che oltre a essere il suo avvocato è l’unica a sostenerla fino in fondo. Il nuovo ambiente della casa protetta è un posto difficile per i suoi figli. Un giorno, mentre accompagna i bambini al parco, si distrae per un attimo, li perde di vista e non li ritrova più. Chi li avrà portati via? Amore, felicità, violenza, mistero, pathos, gli ingredienti del buon romanzo ci sono tutti ed immersi nella lettura sembrerà di ascoltare un’amica da voler aiutare a tutti i costi, le cui sorti fino all’ultimo secondo lasceranno col fiato sospeso. Avvocata impegnata nel sociale e nella difesa dei più deboli, Stefania De Martino è ormai un punto di riferimento in particolar modo per le donne che sono consapevoli di trovare in lei una professionista talentuosa, empatica e tenace. Impegnata in importanti processi a difesa delle donne, lavora in sinergia con i centri antiviolenza e tiene incontri nelle scuole, non soltanto salernitane, per sensibilizzare gli studenti e le studentesse sull’importanza di mettersi in gioco, superare stereotipi e rovesciare la narrazione al maschile della storia. E, soprattutto, di conoscere per combatterla la violenza nelle sue varie forme considerate molestie e abusi, con il più recente revenge porn e hacking. Dopo anni di esperienza nella gestione e collaborazione di centri anti violenza, l’avvocato Stefania De Martino ha voluto, nella sua opera, raccontare una storia come tante, purtroppo, ricreando le calde atmosfere di comprensione e condivisione delle strutture di ascolto, portando così parte della loro essenza a chi ancora non riesce a reagire. In dialogo con l’autrice, ci saranno il giornalista e curatore della rassegna Alfonso Sarno, insieme a Sisetta Budetta, archeologa classica impegnata sul territorio,  per concludere con il commento puntuale di un ospite misterioso. Ingresso libero.

Articoli correlati

Ultimi Articoli