18.9 C
Napoli
17 Aprile 2024

Chi siamo

La Corte dell’Aja: i palestinesi hanno diritto di essere protetti da atti di genocidio 

Era ora.

La Corte Suprema delle Nazioni Unite ha stabilito che almeno alcuni diritti richiesti dal Sudafrica nel suo caso di genocidio contro la guerra di Israele a Gaza sono plausibili. Mentre la lettura ancora è  in corso, la corte ha detto di riconoscere il diritto dei palestinesi di Gaza a essere protetti da atti di genocidio. I palestinesi risultano essere un gruppo protetto dalla Convenzione sul genocidio, ha affermato la Corte. 

La presidente della Corte Internazionale di Giustizia, l’americana Joan Donoghue, ha citato il coordinatore dei soccorsi d’emergenza delle Nazioni Unite Martin Griffiths che ha affermato che “Gaza è diventata un luogo di morte e disperazione”. Il giudice afferma che a Gaza sono state sfollate 1,7 milioni di persone e che l’enclave è diventata “inabitabile” ma osserva, tuttavia, che i numeri provenienti da Gaza non possono essere verificati in modo indipendente.

La Corte ha ordinato a Israele di “prendere ogni misura per prevenire atti di genocidio a Gaza” e di riferire entro un mese.

La Corte ha detto che Israele deve garantire che le sue forze non commettano genocidi e adottare misure per migliorare la situazione umanitaria. Entro un mese, Israele dovrà riferire alla Corte su cosa sta facendo per rispettare l’ordine.

Articoli correlati

Ultimi Articoli