11.2 C
Napoli
27 Gennaio 2023

Chi siamo

Renzi indagato. E’ persecuzione? Sarà un altro flop

Matteo Renzi e’ indagato per finanziamento  illecito e false fatturazioni. 

Solito clamore, solita fuga di notizie, esagerazioni. Come per le altre vicende, che hanno interessato lui e la famiglia, si preannuncia il solito flop. Come per le altre vicende nessuno pagherà per violazioni dei diritti delle persone coinvolte.

L’iniziativa della procura di Roma. Con il leader di Italia Viva è indagato anche il manager Lucio Presta, l’indagine nasce in relazione alla vicenda del documentario dal titolo ‘Firenze secondo me’ realizzato dalla società di Presta, Arcobaleno ed andato in onda su Discovery Channel.

Nei giorni scorsi si è svolta, disposta dai pm romani, una perquisizione nei confronti del produttore da parte degli uomini della Guardia di Finanza. L’attività ha riguardato i contratti stipulati dalla società con il sentore  per la produzione del documentario. Si cercano fatture, si ripercorrono i pagamenti. 

“Questo avviso di garanzia – ha detto Renzi-  non so in cosa possa sostanziarsi. Tutte le mie attività sono lecite e legittime. Quando arriveranno gli atti, e non i tweet dei giornalisti, potremo confrontarci. Non ho nulla da nascondere, buon lavoro ai magistrati”.

Renzi in una diretta social ha aggiunto “Qualcuno forse pensa che possa fermarmi di fronte a questo, che io possa perdere il buonumore e innervosirmi. Ma chi mi conosce sa che io vado controcorrente, non ho paura di andare contro tutto e tutti anche per cambiare un governo. Figuriamoci se possono farmi paura con un avviso di garanzia. Ci sono casualità che si ripetono. L’altra volta, quando presentai il mio libro, furono arrestati mio padre e mia madre. Stavolta si sono limitati ad un avviso di garanzia”.

“Verrebbe da ridere di fronte a tutto questo ma non c’è niente da ridere. Quindi vado avanti con più decisione di prima” ha concluso. 

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli