11.9 C
Napoli
4 Febbraio 2023

Chi siamo

I numeri della Meloni, leader anche sulla rete

“Il mood annuale (che ci restituisce il termometro delle conversazioni sui social e sul web che misura in modo comparato le keyword “Giorgia Meloni” e “Fratelli d’Italia”) ci conferma non solo che la Meloni è oggi una delle più seguite platform leader, ma in

questo caso specifico, dimostra come al momento i destini digitali e fisici del partito sono indissolubilmente legati alla sua parabola politica”. Così Domenico Giordano, spin Doctor di Arcadia. 

L’analisi, effettuata con la piattaforma LiveInsight (Blogmeter), ha raccolto il parlato complessivo che gli utenti hanno rilasciato in rete negli ultimi 12 mesi legato a due chiavi di ricerca: “Giorgia Meloni” e “Fratelli d’Italia”, con una duplice scansione temporale, la prima, che passa in rassegna il sentiment della rete per ogni singolo mese, da luglio 2020 a tutto giugno 2021, alla quale se ne affianca una seconda di sintesi che racchiude il dato annuale.

Il dato della rete, poi è stato riflesso sull’andamento delle rilevazioni mensili di SWG sulle intenzioni di voto ai partiti.

“Il mood della Meloni, da luglio 2020 a tutto giugno 2021, si attesta – dice Giordano – al 35% superando di 11 punti percentuali quello che si cristallizza invece su Fratelli d’Italia che si ferma al 24%”.

Giordano analizza i dati, sottolineando che il dato della rete e’in sintonia con le rilevazioni dei sondaggi. “Per Ixè, ad esempio, a luglio del 2020 – spiega – la fiducia degli italiani nei confronti della Meloni era al 31%, mentre a maggio di quest’anno nelle rilevazioni di Ipsos il senso di fiducia si è attestato al 37%”.

“Al contempo, se dirigiamo la nostra attenzione al totale complessivo delle mentions che la Meloni e Fratelli d’Italia hanno incassato negli scorsi dodici mesi e – aggiunge – lo mettiamo in relazione all’engagement generato (ovvero alla somma di tutte le interazioni degli utenti sui singoli post, inclusi i commenti espressi su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Twitch, News and Blog) troviamo una seconda conferma della capacità della Meloni di caricarsi sulle spalle il suo partito”.

“Infatti, nonostante delle 500mila menzioni totali ottenute in coppia (Meloni + Fratelli d’Italia) poco più del 55% è stato prodotto dalla keyword di partito con una distanza di 11 punti percentuali da ‘Giorgia Meloni’ (55, 37% contro il 44,635), sono però i contenuti di quest’ultima a stimolare maggiormente una partecipazione spontanea degli utenti a commentarne i contenuti diretti e indiretti. L’engagement della Meloni – prosegue Giordano –  è superiore al numero delle menzioni di poco più di 3 punti percentuali, mentre quello di Fratelli d’Italia, di converso, scende di 3”. Lo studio di Arcadia percorre il successo della Meloni nell’ultimo anno. 

“In questo ultimo anno – si legge nelle studio – ci sono state 3 diverse cesure politiche che hanno spinto il successo odierno della Meloni. A settembre 2020, in occasione delle elezioni amministrative e regionali, e a cavallo tra gennaio e febbraio 2021, prima con la crisi del secondo governo Conte e l’avvio della maggioranza ‘Ursula’ sotto la guida, comunicativamente sobria, di Mario Draghi”. 

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli