8.5 C
Napoli
24 Aprile 2024

Chi siamo

Tajani sul caso Salis: “Nessuna interferenza ma garantire i diritti”

“Non c’è alcuna interferenza da parte dell’Italia, lo abbiamo sempre detto e dimostrato, ci siamo preoccupati di ciò di cui ci dobbiamo preoccupare ovvero della tutela dei diritti di un detenuto. Lo facciamo per la signora Salis come lo facciamo per tutti i detenuti italiani nel mondo. Vanno rispettate all’interno dell’Unione Europea le regole per quanto riguarda la detenzione”. Lo ha sottolineato il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, a margine al convegno ‘Indipendenza energetica dal 2050. La parola alle imprese: come riuscirci’, presso la Camera dei deputati. “Siamo garantisti e in costante contatto con la famiglia. Ieri – ha detto – ho consegnato un documento scritto al ministro degli Esteri ungherese per dirgli quello che noi possiamo fare e che, qualora venissero concessi gli arresti domiciliari, alla signora Salis deve essere garantita comunque la sicurezza sua e quella dei familiari”. 

Articoli correlati

Ultimi Articoli