8.5 C
Napoli
24 Aprile 2024

Chi siamo

Ecco perchè Rosato ha scelto Calenda

“Con Azione abbiamo anticipato un percorso inteso alla costruzione di un partito ampio, plurale, che avevamo iniziato con il Terzo polo poi purtroppo fallito. Si avvicinano le elezioni europee e molte scadenze amministrative. Meglio accelerare. E poi, onestamente, vale per tanti amici che con Bonetti e me stanno aderendo, abbiamo trovato sintonia e accoglienza”. Lo dice spiega a Qn l’ex presidente nazionale di Italia Viva Ettore Rosato. Quando “ci approssimeremo al 2027 discuteremo di elezioni politiche. Oggi non sono sul tappeto. Comunque un’alleanza che si basi sui populismi e le contraddizioni del Movimento 5 Stelle non ci interessa. Conte non sa scegliere nemmeno tra Biden e Trump. Salvini o il Pd gli sono indifferenti. Mi sembra che il problema non sia nostro, ma del Nazareno”. Il populismo di Conte “è il populismo di chi, con un provvedimento come il Superbonus 110%, ha trasferito le risorse di tutti sul 3% della popolazione; di chi ha illuso milioni di persone con un Reddito di cittadinanza servito per comprare il consenso e non per costruire percorsi professionali. Non fa solo proclami: fa danni”. Salute, scuola, salari, sicurezza sono “quattro pilastri dello Stato. Noi vogliamo costruire il consenso con un’opposizione capace di non dire solo no per posizionamento politico, ma di votare le cose condivisibili e osteggiare quelle sbagliate”. Nell’azione del governo Meloni “sulla politica estera, sul sostegno all’Ucraina, sulla presenza in Europa sta andando molto in continuità col governo Draghi – osserva -. Questo è un gran bene. Nelle scelte economiche, distribuire pochi euro a tutti aumentando il debito pubblico, invece di investire in sanità e scuola, è un grave errore”. 

Articoli correlati

Ultimi Articoli