14.7 C
Napoli
26 Febbraio 2024

Chi siamo

Vai Sisto: “Giusta la separazione delle carriere”

“Non si può negare che la giustizia penale ha avuto spesso influenze, se non ingerenze, nelle vicende politiche: in Forza Italia lo sappiamo bene. Ma si tratta di vicende, oggi, da mettere da parte: nessuno pensa di varare riforme contro i magistrati”. Così al Messaggero, il viceministro della Giustizia Francesco Paolo Sisto. “Nemmeno però si può pensare – aggiunge – che, quando si tocca il tema magistratura, si legga subito come una mossa contro le toghe. Se su questo siamo d’accordo, politica e giustizia possono collaborare rispettando ciascuno il proprio ruolo, come costituzionalmente tracciato”. Secondo il viceministro, “per assicurare ai cittadini un processo che sia davvero giusto, sempre per Costituzione, non c’è che un obiettivo: la separazione delle carriere”. E interpellato sulle ‘pagelle’ ai magistrati risponde: “Non userei il termine pagelle: parliamo di criteri di valutazione a cui peraltro è sottoposto qualunque dipendente della Pubblica amministrazione. Criteri che, pur in mancanza di regole vigenti, non penalizzano in alcun modo le toghe, anzi le aiutano: chi si accorge che non sta facendo bene, – aggiunge – avrà tutto il tempo e gli strumenti per correggere la rotta e recuperare terreno”. (

Articoli correlati

Ultimi Articoli