20.7 C
Napoli
25 Giugno 2024

Chi siamo

Arianna Meloni, le Europee? No ma non troppo…

“Candidarmi alle elezioni europee? Preferirei di no. Ma sono un soldato”. Così Arianna Meloni, sorella della presidente del Consiglio Giorgia al Corriere della Sera. “Giorgia mi ha detto: l’unico consiglio che ti do è di non dare peso alle cose che contano poco. Non farti prendere dall’ansia per le sciocchezze. Abbiamo una storia importante da scrivere, al resto evitiamo di dare troppa rilevanza”, ha aggiunto. Sulla sua storia politica ha spiegato di essersi iscritta al “Msi che avevo 17 anni, ho fatto di tutto: attaccavo i manifesti, contattavo i militanti, organizzavo gli eventi, poi via via ho preso a tenere i contatti alla Regione Lazio con i nostri vari eletti o candidati, più recentemente nel partito, che cresceva… Insomma, politica a tempo pieno”. Neull’ultimo anno “sono cambiate talmente tante cose, ci siamo assunti responsabilità enormi, tanti di noi sono impegnati in ruoli di vertice, di tutte le cosiddette aree interne della destra. Oggi c’è la fila di persone che si propone, chiede incarichi, con fin troppo entusiasmo… Ma sono in grado? Non stiamo giocando, qui si lavora per l’Italia. Io credo di saper fare alcune cose con serietà e passione, e posso farle anche al partito, mettendole a disposizione in un momento così frenetico e delicato. Tutte le nostre figure politiche più esperte credo che debbano necessariamente mettersi a regime, ponendo al primo posto la necessità di lavorare per un bene maggiore sacrificando se occorre un bene minore. Tradotto: nel mio caso, rinunciare a quel cono d’ombra che a me è sempre piaciuto tanto. Antonio Giordano, amico e deputato, mi ha definito ‘cintura nera d’ascolto’. Ecco, credo abbia ragione” ha concluso.

Articoli correlati

Ultimi Articoli