7.7 C
Napoli
7 Febbraio 2023

Chi siamo

‘Tagliata fuori’ da una politica che non vede

Di Anna Adamo

Tagliata fuori” è un’espressione che non mi piace per niente, ma è la più adatta per raccontare, per sommi capi, cosa è accaduto tra me e la politica, o per meglio dire, tra me e Forza Italia in Campania.

Sono stata tagliata fuori, estromessa, per essere più corretta. 

Esattamente, avete capito bene. 

Sono stata estromessa da chi, nonostante io abbia sempre messo in campo impegno, competenze e passione, ha preferito fermarsi alla mia disabilità e vedere solo quella. E, per certi versi, posso anche provare a capirli, sia chiaro.

No. Non mi si dica che la politica sia fatta di numeri, perché non me la bevo. Non sempre tutto si riduce ai numeri. A volte, come nel mio caso,dietro i numeri c’è qualcosa di più. C’è il non volere, da parte dei “potenti di turno”, che qualcuno coltivi le sue ambizioni. Un qualcuno con una disabilità, proprio come me, evidentemente non ritenuto adatto per un certo tipo di attività.

È da qui che derivano anni di lotte, di accuse infondate da parte di giovani come me, di discriminazioni, se proprio vogliamo dirla tutta. Discriminazioni che ho incassato senza battere ciglio, perché provo rispetto nei confronti di chi ricopre determinati ruoli, ma soprattutto, perché speravo che la meritocrazia prima o poi avrebbe vinto.

Ad un certo punto, però, ho preso consapevolezza del tutto e ho capito di non avere altra scelta se non quella di andare via e lasciare tutti liberi da quella disabilità che rappresentava un ostacolo.

Quindi, si, è vero che sono andata via, ma è altrettanto vero che il mio andar via sia stato una conseguenza di quanto precedentemente accaduto e non ciò che realmente avrei voluto.

Del resto, cosa avreste fatto voi se vi foste trovati faccia a faccia con chi avanti vi sorride e dietro vi sminuisce, provando in ogni modo a mettervi i bastoni tra le ruote? 

Non credo sareste rimasti! 

Restare avrebbe leso la mia dignità e le mie ambizioni, che forse sono anche più grandi di me, lo ammetto. Quelle ambizioni che infastidivano Forza Italia Campania.

Restano la rabbia e la delusione date dal trovarsi di fronte un centrodestra che discrimina. 

Resta il rammarico dato dal fatto che nessuno tra Napoli, Salerno, passando per Roma, abbia mostrato interesse verso i motivi del mio addio, un po’ come per dirmi che non aspettassero altro. 

Eppure, sarebbe bastato un semplice confronto, nulla di più!

Non so cosa accadrà in futuro tra me e la politica. Ma, so che tutto ciò che si fa, nel bene e nel male torna al mittente. 

Ed io mi auguro che il tempo possa mettere ogni cosa al suo posto, prima o poi. 

Nel mentre,è opportuno dire che non sia stata io a perdere. 

Hanno perso i valori di Forza Italia. 

Ha perso Forza Italia Campania. 

Ha perso il centrodestra campano. 

Ha perso Forza Italia Salerno.

In una vicenda in cui ognuno ha la propria dose di colpa, hanno perso l’inclusione e la libertà. 

Ecco la verità.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli