24.5 C
Napoli
21 Settembre 2021

Chi siamo

“Scegliere mercati più grandi per crescere. La sfida di oggi”

L’iniziativa promossa da BDB di istituire un premio in favore delle piccole imprese per supportarle nello sviluppo internazionale nasce anche dalla sua attenzione in particolar modo verso le aziende del Sud Italia e della Campania?

Il Sud Italia è stato da sempre penalizzato da una situazione economica ed infrastrutturale di grande disparità rispetto al Nord, le diseguaglianze che esistono nel nostro Paese non ci sono in nessuna parte del Mondo. Questo contesto ha influito anche sulla capacità delle aziende di crescere e svilupparsi in altri mercati, ma oggi esistono eccellenze uniche in ogni settore, dal hi-tech al food. Merito delleintuizione di imprenditori coraggiosi. L’iniziativa creata da BDB è certamente un ottima opportunità per le piccole aziende del Sud, che in tal modo possono ottenere un supporto fondamentale per valutare l’apertura in nuovi mercati, e soprattutto farlo avendo accanto chi è in condizioni di poter guidare questo processo nel migliore dei modi.

La sua presenza nell’advisory board di BDB fin dalla nascita della società è sicuramente un elemento di grande spinta a supporto della creazione della rete internazionale di BDB, ma qual’e la sua idea di sviluppo e crescita delle attività della società?

Ho sempre creduto che per offrire alle aziende un concreto supporto per l’apertura di nuovi mercati fosse fondamentale poter contare su una struttura radicata in modo stabile nei diversi paesi ed in grado di conoscerne tutte le dinamiche. Per questo ho creduto da subito nell’idea di creazione di un grande network operativo internazionale, la nascita di BDBva in questa direzione. Oggi BDB ha fatto un passo in avanti ed è diventata un vero e proprio Business Integrator, ovvero una struttura in grado non solo di fare nuove aperture di mercati, ma anche di dare assistenza a 360° gradi anche alle grandi aziende già strutturate all’estero, nonché di ideare strategie di marketing su scala mondiale. Il nostro obiettivo futuro è certamente quello di rendere sempre più capillare la nostra presenza ed aumentare i servizi offerti, ma la grande sfida è soprattutto quella di far conoscere alle aziende questa nuova realtà in grado di sollevarle da enormi problemi organizzativi, logistici ed esecutivi.

In un momento così difficile per tutte le realtà e soprattutto per le piccole imprese, quanto è importante trovare una struttura affidabile sulla quale poter contare per lo sviluppo e l’assistenza internazionale in grado di operare senza necessità di far viaggiare le persone? 

Durante la prima fase del COVID tantissime aziende hanno dovuto bloccare le loro attività all’estero e far rientrare il personale impegnato nelle diverse sedi. Molte altre hanno visto vanificate le aspettative di sviluppo legate alla partecipazione a fiere ed eventi nei quali farsi conoscere. BDB ha dato un’alternativa a tantissime aziende, supportandole ad esempio con un servizio di staff leasing ed external management con personale locale immediatamente operativo e coordinato dai partners presenti nei diversi paesi. Ha sbloccato pratiche doganali in 8 paesi con merce rimasta bloccata, ed ha creato decine di opportunità di incontro tra aziende e potenziali clienti grazie al lavoro dei partner e dello staff locale. È evidente quanto sia stato fondamentale l’intervento di BDB in una situazione di crisi, e questo ha dimostrato come sia possibile aprire nuovi mercati, operare in diverse aree etc. senza la necessità di far muovere il proprio personale.

Attualmente internazionalizzare la produzione o la vendita per una PMI italiana è praticamente inevitabile, ma ritiene che questo sia un percorso imposto o sia ancora una scelta per l’azienda?

Il concetto di mercato globale è sempre più una realtà ineluttabile e come tale tutte le aziende che intendono essere concorrenziali devono creare gli strumenti per affrontare questa realtà. Questo non vuol dire uniformarsi e cancellare la propria unicità alla sola ricerca di una competitività economica. L’Italia è unica al mondo in tantissimi settori, soprattutto per la qualità e l’ingegno che mette nei propri prodotti. Quindi è molto importante essere guidati nel giusto modo per individuare i mercati più profittevoli e creare un’offerta in grado di distinguersi rispetto agli altri esaltando quelle caratteristiche uniche del Made in Italy.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli