11.2 C
Napoli
27 Gennaio 2023

Chi siamo

Dossena ‘Vinciamo l’Europeo e riportiamo l’Italia nell’élite del calcio’

Alla vigilia della finale di Euro2020 tra Italia ed Inghilterra, Beppe Dossena, ex calciatore, campione del Mondiale 82 e compagno di squadra alla Sampdoria di Mancini, Vialli, Lombardo e Salsano ha così commentato la grande finale di Wembley.

“Insieme ai fantastici quattro, che con prestigiosa gestione tecnica stanno trascinando l’Italia agli Europei, sono stato anche io allenato da Boskov e mi tornano in mente le sue parole ‘partita finisce quanto arbitro fischia’. Deve essere questo ‘il mantra’ della squadra in campo che non dovrà dare nulla per scontato per tutti i minuti di gioco fino al fischio finale e sono certo sarà così perchè ho visto una squadra matura e concentrata che difficilmente perde attenzione.

Italia ed Inghilterra hanno dimostrato di essere le squadre più forti di questo Europeo con qualità importanti ed è giusto che siano loro le protagoniste di questa finale.

Abbiamo molte opportunità, incontriamo però una squadra che ha talento, forza fisica, determinazione ed autostima e dunque non sarà una partita facile ma abbiamo le armi giuste per arrivare fino alla fine. Dell’Inghilterra c’è da temere la gioventù, l’estro, la capacità difensiva, loro hanno tanto e per noi sarà un banco di prova ma gli azzurri faranno la differenza grazie al gruppo ma anche per merito dell’astuzia di giocatori come Chiesa, Insigne e Barella.

Il segreto dell’Italia è il gruppo in panchina e in campo, c’è grande unità ed abbiamo interpretato in maniera perfetta questo Europeo. Credo che i miei ex compagni, oggi alla direzione della guida tecnica, hanno gestito tutto alla grande offrendo anche un valore aggiunto alla luce della sintonia ed empatia che condividono, la loro storica unione ha trasmesso ai ragazzi in campo le migliori motivazioni per dare il massimo con attenzione e fiducia.

Vincere l’Europeo significherebbe riportare la nostra nazione nell’élite del calcio… riprendendoci anche un po’ di dignità che avevamo perso.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli