7.7 C
Napoli
31 Gennaio 2023

Chi siamo

Capobianco (Conflavoro Pmi) “Licenziamenti? Piu utili sgravi per le assunzioni”

“Da domani, giovedì 1 luglio, in Italia non sarà più vietato licenziare, fatta esclusione per moda e filiera per cui il blocco prosegue fino a fine ottobre. Contestualmente, però, per i lavoratori di tali comparti, alcune parti sociali hanno chiesto e ottenuto la proroga della cassa integrazione fino al termine del blocco. Era questa la soluzione migliore? Noi non ne siamo del tutto convinti”. Così Roberto Capobianco, presidente nazionale di Conflavoro Pmi. 

“Nel decreto legge oggi in Consiglio dei ministri – aggiunge – si sancisce, finalmente, la possibilità per molte imprese di riprogrammare le proprie scelte, chiaramente in modo responsabile nei confronti dei lavoratori che, mai come in questo anno e mezzo, sono stati giustamente riconosciuti come ingranaggio essenziale nel sistema azienda. Ma il riconoscimento non basta specie se diventa assistenzialismo. Per questo motivo Conflavoro Pmi ha chiesto e continuerà a chiedere al Governo di prestare un’attenzione diversa al sostegno al tessuto imprenditoriale”. 

“Per quanto riguarda la cassa integrazione la nostra associazione ritiene che le nuove risorse, ulteriori 184 milioni in discussione all’inizio del Cdm, nella fattispecie potrebbero e, anzi, dovrebbero essere dirottate in piani strutturali di sgravi e decontribuzioni per aiutare e invogliare le aziende ad assumere proprio quei lavoratori che hanno perso il posto. Oppure per riattivare o proseguire il lavoro della macchina aziendale in difficoltà senza lasciare a casa nessuno. Scegliendo – conclude – questa strada sarebbe possibile aiutare davvero l’economia tutta, non solo delle Pmi e non solo delle grandi imprese. Altrimenti il rischio sarà solamente quello di spostare il problema a novembre, non di iniziare a eliminarlo”.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli