7.7 C
Napoli
7 Febbraio 2023

Chi siamo

De Luca il solito ritornello ‘Figliuolo e Speranza andate a casa. Appello ai giovani: vaccinatevi o le terapie intensive ritorneranno piene’

“Mi è capitato di ascoltare il generale con il medagliere che ha parlato ieri, il quale ci ha raccontato tranquillamente che su AstraZeneca hanno dato 10 comunicazioni diverse, come se lui fosse un turista svedese. Qualcuno glielo dovrebbe ricordare che il commissario al Covid è lui, e quindi in questi casi o si dimette il commissario o il ministro della Salute, o preferibilmente si dimettono tutti e due e se ne vanno a casa che sarebbe la cosa migliore”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha incontrato la stampa a margine dell’inaugurazione di un nuovo reparto di terapia intensiva al policlinico universitario della Vanvitelli di Napoli. Il governatore parla di una comunicazione nazionale “demenziale” che ha determinato un “rallentamento drammatico e una crisi di fiducia in milioni di cittadini”.

Sul tema vaccini e pericolo variante Delta il presidente De Luca è apparso non poco preoccupato.

“Oggi non abbiamo i cittadini che partecipano alla campagna di vaccinazione. È veramente un peccato oltre che un atto di grande irresponsabilità, perché come sappiamo la variante Delta aggredisce sia chi ha fatto la prima dose e a maggior ragione chi non ha fatto nessun vaccino. Colgo ancora una volta l’occasione per sollecitare fortemente i cittadini di Napoli a partecipare alla campagna di vaccinazione. Mi rivolgo ai ragazzi in particolare: siamo a fine giugno, chi si va a vaccinare in questa settimana con Pfizer può fare il richiamo l’ultima settimana di luglio, quindi può andare a farsi le ferie tranquillo ad agosto, immunizzato. Faccio appello ai ragazzi perché vadano a vaccinarsi in massa, altrimenti – dice – avremo un mese di ottobre che sarà un inferno. Abbiamo visto a Lodi: rave party, gente che va a ballare, centinaia di ragazzi, come siamo felici, che bella libertà abbiamo conquistato… Questi andranno a finire in terapia intensiva fra poco”

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli