6.9 C
Napoli
27 Gennaio 2023

Chi siamo

Allegri nel mirino dell’antiriciclaggio

 “Allarme dell’antiriciclaggio per le scommesse di Allegri”. Così questa mattina apre in prima pagina “La Verità”.

Una inchiesta che da quanto si apprende dalle pagine del quotidiano coinvolge l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri.

Vengono definite “operazioni sospette” , quelle del tecnico juventino su cui Bankitalia starebbe indagando, con i risk manager bancari che hanno scoperto che l’allenatore avrebbe speso in due casinò all’estero oltre 350mila euro.

Tra il luglio 2018 e l’agosto 2019 Massimiliano Allegri pare abbia fatto acquisti con la carta di credito per quasi mezzo milione di euro, gli esperti degli istituti hanno definito gli importi accreditati come possibile frutto di vincite. Non è però possibile sapere se si tratti di scommesse calcistiche o meno.

Sotto la lente di ingrandimento anche alcuni pagamenti dall’estero, in particolare di una società maltese accusata di raccolta illecita di giocate e sotto inchiesta per truffa aggravata, evasione e rapporti con la ‘ndrangheta.

Intanto arriva la replica dell’allenatore della Juventus che su quanto scritto da «La Verità» in merito alle presunte indagini antiriciclaggio risponde: «Sono estraneo a qualsiasi operazione violativa della normativa sull’antiriciclaggio»

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli