16.6 C
Napoli
4 Dicembre 2022

Chi siamo

La strategia del Pd campano? Una botta nei coglioni… 

Senza politica, che significa senza identità e senza idee, il Pd campano mette in campo il peggio della politica: una richiesta di rimpasto ed una soglia di sbarramento nella legge elettorale.

Sono le idee che sarebbero state avanzate, anticipate a mezzo stampa, al Governatore De Luca.

Un gruppo dirigente che vive sulla luna insomma. Temi lontani dall’agenda politica, dalle preoccupazioni di famiglie ed imprese. Nulla di nuovo perché il Pd è lo stesso che ha fatto una campagna elettorale, l’ultima, su temi indentitari. Per dividere e non per unire. Sono gli stessi che, nel pieno della emergenza economica, hanno messo al primo posto (nella narrazione questo è stato) lo ‘ius soli’ ed il Ddl Zan. 

Ora in Campania il trend è lo stesso, quello di chi vive nell’iperuranio, ed il Pd si presenta alla opinione pubblica, raccontano per rilanciare, con l’idea di ottenere qualche poltrona in più e con l’obiettivo di uccidere tutti gli alleati minori. La soglia di sbarramento, si vuole modo la legge ele introducendo una soglia al 4%, ha il solo obiettivo di indebolire De Luca che è capace di fare più liste. Ed il centrosinistra, se questi restano gli equilibri di forza nel Paese, ha solo questa speranza per giocarsi una partita in Campania. 

Insomma, al momento la strategia è una botta nei coglioni. 

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli