16.6 C
Napoli
3 Dicembre 2022

Chi siamo

Girolamo Lo Bianco, a 78 anni si è iscritto a scuola per continuare gli studi lasciati in prima elementare

di Anna adamo

Girolamo Lo Bianco ha settantotto anni e vive a Palermo. Era poco più che un bambino quando, insieme al padre, ha iniziato a fare il muratore, un lavoro fatto di dedizione e grandi sacrifici, a causa del quale ha, purtroppo, dovuto lasciare la scuola in prima elementare.
Ebbene si, Girolamo non ha mai imparato a scrivere neanche il suo nome e ha sempre creduto che penne e matite pesassero più dei sacchi di cemento che ha sollevato per circa cinquant’anni.

La sfida


Ciononostante, però, non ha mai smesso di provare un certo fascino per la cultura, al punto da convincere tutti i nipoti a studiare e sperare, un giorno, di poterlo fare anche lui.
L’ occasione è arrivata quando ha bussato alle porte del Centro Provinciale per l’istruzione degli adulti di piazza Principe di Camporeale a Palermo e ha chiesto di iscriversi per continuare gli studi lasciati anni fa.
“Studiare mi piace, come mi piaceva – racconta – il mio lavoro. Lo faccio per me, per non sentirmi escluso. Quando i miei nipoti vengono a trovarmi mi mostrano libri e quaderni e io non capisco niente. Anche quando sono stato dal medico per delle visite mi sono sentito a disagio, perché non riuscivo a rispondere a ciò che mi chiedeva e a leggere le prescrizioni.
Ma, ora le cose cambieranno, ne sono certo. Imparerò a scrivere perché ho degli ottimi insegnanti, del resto non è mai troppo tardi per imparare qualcosa”.
Girolamo è forte, determinato. È un uomo che non si ferma davanti a nulla e il sacrificio sembra non spaventarlo affatto, anzi, dalle sue parole si evince che sappia perfettamente quest’ultimo sia l’unico modo per raggiungere i propri obiettivi e per cercare di essere la versione migliore di noi stessi.
Perché, si, tutto questo è possibile, ma solo se lo si vuole davvero.
Solo se, come Girolamo, non ci si lascia spaventare dagli ostacoli che la vita ci pone davanti, ma si cerca di andare oltre questi ultimi consapevoli del fatto tutto ciò che ci rende felici sia proprio lì.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli