11.2 C
Napoli
29 Novembre 2022

Chi siamo

Dove erano i difensori della democrazia, quelli che attaccano la Meloni, quando l’Italia faceva le cose folli?

Non si sopportano più indignati e rosiconi. Non si sopportano più i salotti radical chic, giornalisti militanti, artisti, influencer e umanità varia, tutti folgorati da certa sinistra.

Non si digeriscono, pieni di ipocrisia e luoghi comuni, le preoccupazioni di quanti vedono rischi per l’Italia. Quelli che vedono ‘rischi deriva’. Ha deciso, ed era ora, il popolo sovrano. Ha vinto il centrodestra, ha vinto la Meloni.

Colpisce il mare di inquietudini espresse da osservatori che sono stati complici, distratti o silenti quando questo Paese faceva cose davvero folli. Quando le regole erano calpestate. 

Dove erano questi difensori della democrazia quando l’Italia, unico Paese in Europa e nel Mondo, avviava, con Ciampi, la stagione dei governi tecnici. Dove erano quando si pensava ai Dini, ai Monti, allo stesso Draghi. Perché nessuno ha mai sottolineato l’anomalia della democrazia italiana? Perché nessuno di questi ha mai detto che i governi tecnici non esistono nel Mondo?

Chi ha taciuto sulle anomalie vere della ‘bell’Italia’ continui a tacere ora che hanno deciso gli elettori. Ora che, forse, torniamo un Paese normale

E dove erano questi signori, molti applaudivano, quando -prima ancora – le Procure militanti sovvertivano lo Stato di Diritto per affossare la Prima Repubblica? Dove erano quando le toghe non inseguivano le fattispecie di reato ma il giudizio sui costumi?

Dove erano quando un Pool di Magistrati decise di andare in Tv per chiedere -promettendo resistenza, al Governo ed al Parlamento di non legiferare sulla Giustizia? 

Perché nessuno, pochi in verità, ha raccontato che non sarebbe capitato neanche nella Repubblica delle banane? 

Questo ‘universo mondo’ non ha fiatato quando Di Pietro veniva eletto in un collegio blindato della sinistra o quando entrava, da Ministro, a Palazzo Chigi. Nessuno ha osservato l’anomalia di chi, arbitro di una partita di calcio, nell’intervallo fra il primo e secondo tempo smette la casacca nera per indossare quella di una delle squadre.

Dove erano quando il Senato, sovvertendo la volontà popolare e con una norma retroattiva, cacciava Berlusconi? 

Dove erano quando il Pd perdeva le elezioni ma si ritrovava sempre nei posti di comando, dove erano quando un gruppo di scappati di casa si affacciava al balcone di Palazzo Chigi per dire di aver abolito la povertà? 

Ed allora chi ha taciuto sulle anomalie vere della ‘bell’Italia’ continui a tacere ora che hanno deciso gli elettori. Ora che, forse, torniamo un Paese normale.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli