30 C
Napoli
8 Agosto 2022

Chi siamo

Vende il figlio per rifarsi il naso, arrestata una donna russa 


di Anna Adamo

Lo ha venduto per rifarsi il naso, il figlio. Impossibile anche solo pensare che una donna possa fare una cosa del genere, eppure è questa la verità.

IL FATTO


Una trentatreenne russa originaria del Kaspiysk, di comune accordo con una vicina, ha venduto il suo bambino per un corrispettivo di circa 3400 euro, dicendo agli acquirenti che non avesse un lavoro e una casa in cui vivere e avrebbe utilizzato quei soldi per rifarsi il naso, per porre rimedio a problemi di respirazione che la infastidivano da tempo.
Secondo quanto riportato da NewFlash, lo scorso 30 aprile 2022, la donna sarebbe stata dimessa dall’ospedale e avrebbe subito dopo incontrato un residente locale al quale avrebbe consegnato il bambino, rinunciando, quindi, a qualsiasi diritto su quest’ultimo per un compenso di 200.000 rubli, ai quali sono stati, pochi giorni dopo, aggiunti altri 100.000 rubli per raggiungere il totale pattuito in precedenza.
Qualcosa, però è andato storto, perché poco prima che il denaro venisse consegnato, la polizia li ha arrestati con l’accusa di traffico di esseri umani.
Attualmente sono in corso una serie di azioni legali volte a consolidare le prove della colpevolezza dell’indagata.
Una storia che ha dell’assurdo, in cui la realtà supera la fantasia.
Una storia che indigna, ma fa anche riflettere.
É difficile capire cosa sia passato per la testa di quella donna, ma una cosa è certa, siamo sempre più parte di una società priva di valori, che preferisce anteporre le cose futili a ciò che davvero, nella vita, dovrebbe essere considerato importante.
E questo no, non lo si può accettare.
Bisogna porvi rimedio quanto prima e far si che i figli siano visti come un dono prezioso, non come un qualcosa da vendere al miglior offerente.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli