27.7 C
Napoli
4 Luglio 2022

Chi siamo

Luigi de Magistris “Troppe nebbie calate sulla strage di Capaci” 

“A trent’anni dalle stragi di Capaci e di via D’Amelio dove furono barbaramente assassinati i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Francesca Morvillo, moglie del dr. Falcone, anche lei magistrato, la poliziotta Emanuela Loi ed i poliziotti Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, tutti addetti alle scorte, sembra essere calata una brutta nebbia politica su Palermo.” Afferma Luigi de Magistris.

“È davvero inaccettabile la partecipazione attiva alla campagna elettorale per le prossime amministrative per l’elezione del Sindaco di Palermo, di Salvatore (detto Totò) Cuffaro, già parlamentare della Repubblica e Presidente della Regione Sicilia, condannato con sentenza passata in giudicato per favoreggiamento alla mafia e di Marcello Dell’Utri, già parlamentare della Repubblica e fondatore del partito Forza Italia, condannato per concorso in associazione mafiosa. Mette tristezza ed inquietudine che dopo il sacrificio estremo di servitori dello Stato, che lavoravano negli ultimi tempi proprio sul rapporto tra mafia e politica, persone dal profilo così eloquente sul tema debbano ancora essere protagonisti attivi della politica. “ prosegue l’ex Sindaco di Napoli “Sostenitori di un candidato a Sindaco che potrebbe anche vincere e che non deplora con fermezza il sostegno di simili personaggi. Se non ci si ribella, ci si abitua. E il puzzo del compromesso morale soffoca il fresco profumo di libertà. Solo una rivoluzione culturale, una insurrezione etica e una ribellione politica pacifica possono sovvertire il destino delle nostre terre tanto meravigliose quanto martoriate.” conclude de Magistris 

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli