26.7 C
Napoli
2 Luglio 2022

Chi siamo

Al Ruggi di Salerno minori sfruttati per l’elemosina. La denuncia della Senatore

di Anna Adamo


Sembrano ormai lontani i tempi in cui veniva insegnato il rispetto verso gli altri e non rispettare le regole in terra straniera non era affatto consentito.
Lo dimostra quanto denunciato da Sonia Senatore, Responsabile Regionale CAD (Centro Ascolto del Disagio), che attraverso un post sul suo profilo Facebook ha portato all’attenzione di tutti lo sfruttamento di minori da parte di persone di etnia Rom che si verifica presso l’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno.
“Giovedì mattina -scrive- mi sono recata per motivi personali presso l’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno e non ho potuto non notare una donna di etnia Rom sotto la palazzina degli uffici amministrativi in compagnia di un bambino di sette anni con in mano un bicchiere che chiedeva l’elemosina. Il tutto avveniva dinanzi all’indifferenza di vigilanza, medici, dirigenti e assistenti sociali. Sembra quasi impossibile che nessuno abbia notato l’evidente flagranza di reato che secondo l’articolo 572 del Codice Penale vieta lo sfruttamento di fanciulli”.

LA LEGALITA’

Una denuncia, quella della Senatore, che mette in risalto come ormai a Salerno si educhi a diventare impermeabili alla legalità.
Quanto accade è a dir poco inammissibile, ma ancor più inammissibile è il fatto che ad ignorare il tutto siano proprio coloro i quali dovrebbero preoccuparsi e occuparsi della tutela dei cittadini, ma soprattutto di educare i ragazzi al rispetto delle regole e alla legalità.
È opportuno ricordare, infatti, che essendo il suddetto ospedale anche sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Salerno, tanti sono gli studenti che ogni giorno si interfacciano con quella realtà, la quale, visto quanto accade risulta essere poco consona all’educazione che dovrebbe essere impartita ai nostri ragazzi.
La situazione è piuttosto chiara e restare a guardare non è più consentito.
Nonostante lo stile di vita Rom preveda che i bambini siano sfruttati per chiedere l’elemosina, è doveroso ricordare che tale regola non viga nel nostro Paese, ma si tratti di un reato e come tale debba essere preso in considerazione, punendo severamente chiunque lo commetta ed evitando attenuanti le quali non fanno altro che renderci complici di un sistema malato che i bambini, invece di proteggerli ed educarli li sfrutta a vantaggio degli adulti.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli