26.7 C
Napoli
2 Luglio 2022

Chi siamo

 Casamassima si tinge di azzurro per rafforzare la sua identità cromatica


di Anna Adamo

É grande e al tempo stesso più piccolo di quanto pensiamo, il mondo. A dimostrarlo è il legame che intercorre tra le città di Casamassima, in provincia di Bari e Chefchaouen, in Marocco, le quali, pur essendo distanti migliaia di chilometri, sono unite da un unico colore, l’azzurro.
Tale legame, ideato e fortemente voluto dall’ architetto Marilina Pagliara, è stato ufficializzato dal Consiglio Comunale lo scorso 29 aprile con l’approvazione di un gemellaggio.

Il gemellaggio


Il tutto sembra essere stato ideato per rafforzare ancor di più l’identità cromatica di Casamassima. Saranno, inoltre, esentati dal pagamento del tributo per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani coloro i quali posseggono case, uffici, esercizi commerciali e attività nel centro storico, i cui locali saranno tinteggiati di azzurro.
Naturalmente dovrà, come precisa il Comune, trattarsi di un azzurro che rispecchia quello tipico del centro storico, per questa ragione i cittadini sono invitati a valutare bene le tonalità di azzurro in modo da poter fruire del beneficio che è stato loro concesso.
Si tratta di una sfida non facile, quella alla quale dovranno far fronte di cittadini di Casamassima.
Un’iniziativa da non sottovalutare, che oltre a comportare benefici per i cittadini derivanti dal esenzione del pagamento delle tasse, favorisce l’ intreccio tra le culture, dimostrando come queste ultime, pur essendo apparentemente diverse, possano unirsi e accorciare, così, la distanza che le divide.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli