27.7 C
Napoli
4 Luglio 2022

Chi siamo

De Luca ”Il Cardarelli ha bisogno di una mano”

“Dobbiamo recuperare un po’ di posti letto al Cardarelli, bisogna dare una mano all’ospedale. Questo non è stato fatto a sufficienza da altri ospedali di Napoli, non tutti hanno dimostrato la sensibilità necessaria. Sono due settimane che stiamo chiedendo anche ad altri ospedali di essere sensibili e di non avere chiusure particolaristiche. Vediamo se riusciamo a strappare la sensibilità necessaria”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, illustrando le decisioni della Regione per risolvere l’affollamento del pronto soccorso del Cardarelli. “Non abbiamo chiuso i pronto soccorsi a Napoli – ha spiegato De Luca – noi li abbiamo aperti. Abbiamo aperto il pronto soccorso dell’Ospedale del Mare, di Frattamaggiore, del Cto che era chiuso, rimane aperto il pronto soccorso del Pellegrini. Sono stati chiusi Loreto Mare e San Giovanni Bosco perché avevamo una valanga di malati Covid che dovevamo accogliere da qualche parte. Anche al Cardarelli sono stati sacrificati una serie di reparti e posti letto per accogliere pazienti Covid”.  In questa “fase di transizione”, ha aggiunto De Luca, “dobbiamo riprendere alcuni posti letto destinati al Covid perché c’è stata una riduzione, ma abbiamo ancora 700 ricoverati Covid. Non è cancellato il problema, bisogna gestire quindi anche questo aspetto. Ma non c’è dubbio che dobbiamo recuperare un po’ di posti letto al Cardarelli. Dobbiamo dare una mano al Cardarelli, e questo non è stato fatto a sufficienza da altri ospedali di Napoli, per liberare posti letto e mandare in altri ospedali pazienti Covid o non Covid per liberare posti letto. In questa attività c’è stato sicuramente un ritardo che va recuperato immediatamente e già nella serata di oggi avremo un primo alleggerimento della situazione del Cardarelli”. 

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli