27.3 C
Napoli
7 Luglio 2022

Chi siamo

La “Parthenope” riparte con le attività studentesche e mostra vicinanza alla famiglia di Mariasofia

di Marianna Ianniello


Oggi all’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” si è tenuto il Seminario dal titolo “Economia Circolare e Sviluppo Sostenibile: verso il raggiungimento dei goals dell’Agenda 2030”. Un’iniziativa molto importante per gli studenti che vi hanno preso parte: il tema è di grande attualità e gli studenti dell’Ateneo si sono impegnati per il coinvolgimento di tutti i Dipartimenti.


In breve, l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità.
Gli obiettivi hanno una validità globale, riguardano e coinvolgono tutti i Paesi e le componenti della società, dalle imprese private al settore pubblico, dalla società civile agli operatori dell’informazione e cultura.
I 17 “goals” fanno riferimento ad un insieme di questioni importanti per lo sviluppo che prendono in considerazione le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile e sono volti a porre fine alla povertà, l’ineguaglianza, i cambiamenti climatici, a costruire società pacifiche che rispettano i diritti umani.
Gli studenti che rappresentano l’Ateneo, approfittando dell’occasione, hanno tenuto a mostrare la loro vicinanza alla famiglia della studentessa ‘parthenopea’ che, a causa di un infarto, ha perso la vita.
Mariasofia Paparo
, nota per i suoi successi nel nuoto, residente a San Giorgio a
Cremano, in provincia di Napoli era un’
entrata nello staff del Trofeo Swim4Life valido per il circuito Supermaster FIN che si
era svolto a dicembre nel tempio del nuoto napoletano, alla piscina Scandone di
Napoli.
Tra meno di una settimana avrebbe festeggiato il suo compleanno e avrebbe
conseguito la Laurea in Scienze e Tecnologie della Navigazione.
Una tragedia che ha lasciato tutti senza parole.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli