25.7 C
Napoli
4 Luglio 2022

Chi siamo

Ora l’ambasciatore russo Sergey Razov querela Giannini

“Quella di Sergey Razov è una minaccia ed una intimidazione bella e buona, che noi respingiamo con forza”. Lo dice Massimo Giannini, direttore del quotidiano ‘La Stampa’, intervistato da ‘Un giorno da Pecora’, il programma di Rai Radio1. Il giornalista commentando la querela ricevuta dall’ambasciatore russo in Italia, Sergey Razov, per istigazione a delinquere e apologia di reato in relazione a un articolo pubblicato dalla sua testata il 22 marzo scorso in cui, secondo Razov, si sarebbero violate le regole deontologiche del giornalismo in quanto nel titolo (‘Guerra Ucraina-Russia: se uccidere Putin è l’unica via d’uscita’), a suo avviso, si considerava percorribile l’uccisione di Vladimir Putin.

La sorpresa

“L’Ambasciata Russa non ci ha contattato, abbiamo saputo tutto a cose fatte. Da loro solo due tweet nei giorni passati a cui ho prontamente risposto. Quello di Razov attacco a libera informazione e al Paese” ha dichiarato il direttore della testata.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli