21.9 C
Napoli
26 Maggio 2022

Chi siamo

Una vita divisa tra social e manuali di giurisprudenza, i sogni della fashion blogger Chiara Stile

Di Anna Adamo


284 mila followers hanno reso Chiara Stile, originaria di Nocera Inferiore, una delle influencer più seguite e cercate del momento.
Il suo é un successo inarrestabile che parte da lontano,dai tempi in cui Instagram era un social che nessuno sapeva bene come funzionasse. O meglio,quasi nessuno.
Perché, qualcuno, il potenziale di quel social lo aveva individuato alla perfezione, al punto da condividervi parte della propria vita e lasciare che tutti ne venissero a conoscenza.
“Ho iniziato ad usare Instagram nel 2016, non lo usava quasi nessuno, se non Chiara Biasi e qualche altra. Io ero appena diciottenne, mi divertivo a condividere cose riguardanti la cura dei capelli. I primi riscontri sono arrivati pian piano, ma non è stato affatto facile ottenerli”.
Ebbene si,quelle di Chiara sono parole di una ragazza che ha dovuto fare a pugni con la mentalità,spesso arcaica,di provincia. Una mentalità che fa fatica a vedere di buon occhio chi si espone sui social network.
La giovane influencer,però,non si é mai arresa. Ha raccolto tutte le forze che aveva ed è andata oltre ogni critica,ogni pregiudizio, dimostrando che se nei propri sogni si crede davvero, questi ultimi si realizzano.
“Fui contattata da un manager con il quale iniziai a collaborare aprendo un blog. Dopo qualche tempo, decisi di interrompere la collaborazione, perché mi accorsi avessimo un diverso modo di vedere questo lavoro.
Gli dissi che avrei continuato da sola il mio percorso e lui per dispetto mi chiuse ogni profilo social”.
Un duro colpo per Chiara. In un attimo tutti i suoi sacrifici svanirono nel nulla.
Ma,si sa, dietro ogni fine c’è sempre un nuovo inizio. E per lei,quella fine, fu semplicemente l’inizio di qualcosa di molto più grande che l’ha portata ad essere la fashion blogger affermata che oggi è.
“Grazie ad un carissimo amico di mio fratello con cui ancora oggi collaboro, dice, ho riaperto il blog e ricominciato da zero”.
Nella vita della giovane influencer campana, però,non ci sono solo i social. Quest’ultima è, infatti, anche una studentessa di Giurisprudenza, consapevole che se i social non fossero esistiti avrebbe dedicato più tempo allo studio.
“Non ho mai trascurato lo studio e neanche i miei affetti, ma avere un costante successo su Instagram richiede del tempo da dedicare ai contenuti da condividere e naturalmente, per quanto si possa essere bravi a conciliare il tutto, è normale che a qualche attività venga dedicato meno tempo del dovuto”.
É una donna di successo, Chiara. Una donna che quello che vuole lo ha sempre saputo.
“Se penso alla me quindicenne, mi rendo conto che i sogni siano rimasti gli stessi: dar vita ad una linea di abbigliamento tutta mia, essere conosciuta in Italia e all’estero. È come se il desiderio di diventare influencer risiedesse in me ancor prima che questa professione diventasse così gettonata”.
I social,é vero, possono cambiare la vita in meglio aiutando a realizzare i propri sogni,ma è altrettanto vero che nascondano anche una realtà da non sottovalutare, la quale può fare del male.
La perfezione su questi ultimi funge da protagonista.
Lo si evince da quei corpi magri,spesso anche troppo, che di imperfezioni non ne presentano neanche mezza.
Quei corpi, che costituiscono oggetto del desiderio di molte ragazze, disposte a pagare con la propria vita pur di ottenerli.
Quei corpi,che nella stragrande maggioranza dei casi, di vero posseggono ben poco.
Quei corpi fatti di filtri, luci giuste e colori che mettono in secondo piano la realtà, diventando così protagonisti di un costante confronto con gli altri.
Gli altri, ai quali tutti desiderano somigliare.
“Vedere i continui modelli di perfezione proposti dai social fa male, perché ci fa essere in continua lotta con noi stessi. È una continua ricerca di una perfezione dai tratti inesistenti. Lasciarsi sfuggire di mano la situazione è pericoloso,soprattutto per i giovani, che sui social trascorrono davvero molto tempo”.
Sono parole forti, quelle della giovane influencer campana. Parole piene di consapevolezza, la consapevolezza di chi è caduta e si è rialzata più volte senza l’aiuto di nessuno. La consapevolezza di chi per raggiungere i propri sogni le ha provate tutte.
Ne costituisce l’esempio la partecipazione a Miss Italia, che si è rivelata essere un vero e proprio trampolino di lancio.
“Sono stata fortunata,perché ho partecipato a Miss Italia nel 2018, prima del covid. É stata un’esperienza la quale mi ha regalato una soddisfazione enorme, che consiglio di fare a chiunque voglia entrare a far parte del mondo dello spettacolo e della moda, perché rappresenta una sorta di pass per entrarvi.
Quando vinsi il titolo di Miss Sport Campania che mi consentì di accedere alle prefinali di Jesolo, ero entusiasta e piena di sogni, nonostante sapessi che vincere sarebbe stato difficilissimo. Ma, andava già bene così. Il mio obiettivo era arrivare a Jesolo, non mi interessava altro.”
Crederci sempre, arrendersi mai.
È possibile riassumere con questo motto le parole di Chiara, che rappresentano un incoraggiamento per tanti ragazzi da tempo chiusi tra le quattro mura delle proprie camere a causa della pandemia, ormai stanchi e sfiduciati, perché privi di prospettive future.
“Anche io ho avvertito molto gli effetti della pandemia, sia a causa di una perdita familiare dovuta al Covid, sia a causa del fatto che siamo sempre chiusi in casa. Prima ero costantemente in viaggio, sognavo di più ed ero entusiasta della vita.
Ora è come se fossi un po’ scombussolata, ciononostante credo sia errato lasciarsi andare e smettere di credere nei propri sogni, perché pur essendo in una situazione del genere, abbiamo a disposizione canali social e altri mezzi di comunicazione che ci permettono di fare quello che vogliamo anche a distanza. Bisogna imparare a convivere con il virus, se rendiamo normale tutto ciò, ci risulta più facile anche controllare il senso di smarrimento che da esso deriva e spesso prende il sopravvento”.
Definirla fashion blogger è probabilmente riduttivo.
La giovane campana si appresta ad essere molto più di ciò che si vede dallo schermo dei cellulari.
Lo dimostra il suo appello ai coetanei.
“Credete in voi stessi, nelle vostre idee,in ciò che siete, ancor prima che nei vostri sogni e non sentitevi mai inferiori a nessuno -dice loro-, perché la vita ha sempre in serbo qualcosa di meraviglioso per tutti, pronto ad arrivare quando meno ce lo aspettiamo”.

Articoli correlati

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli